26 giugno 2014

chi sono

docente di traduzione & di lingue  
giornalista pubblicista / professional writer
 traduttrice & interprete di trattativa

              


ho cominciato a imparare le lingue straniere in 3° elementare, con le canzoncine di Heidi, e non ho smesso più.  
Dopo il liceo linguistico (a Trento), mi sono laureata alla SSLMIT Scuola per Interpreti e Traduttori di Forlì. Conclusa nel 2002 con una tesi di traduzione specializzata di ricerca e traduzione applicata sulle tecniche della divulgazione scientifica in ambito archeologico.

Da allora le mie lingue di lavoro, con livelli e specializzazioni diversi, sono inglese, spagnolo e tedesco.

Verso la fine degli anni '90, durante un programma di formazione europea Leonardo da Vinci in Portogallo (nel settore turistico) mi sono innamorata del portoghese.

Ho tradito spesso lo spagnolo col portoghese
ho fatto parte dell'associazione trentina Tremembé Onlus, con cui ho imparato a viaggiare responsabile e conoscere il Brasile.


Del Brasile, e di progetti di cooperazione internazionale Italia/Brasile, ho scritto per 2 anni nella mia rubrica mensile "Universo solidarietà" su Musibrasil, il principale portale in Europa dedicato a questa nazione immensa.



Negli ultimi anni amici e amiche grafomani mi hanno coinvolto nella scrittura creativa.

Sarà stata la classica fortuna del principiante a farmi vincere il primo premio del concorso nazionale "inventa il mondo che verrà" indetto dal Sole24Ore nel 2008 per l'inserto Vitanova Il racconto - che si intitola "Futurama o Sacrificio_d_love".
Il racconto è scaricabile qui


Eccomi al volante del premio (una Citroen C6) vinto col concorso del Sole24Ore

...I soldi del premio sono finiti, in parte, nel corso di alta formazione in traduzione giornalistica Nuovi Giornalismi, organizzato da Luiss Business School & Internazionale, (alla sua prima edizione nel gennaio 2009). 
Devo dire che non ne è valsa la pena. Ma questa è un'altra storia.

Dopo il corso ho fatto uno stage di traduzione giornalistica traducendo articoli dall'inglese e dallo spagnolo in italiano per l'agenzia stampa IPS Inter Press Service, la principale fonte d’informazione indipendente sul Sud del mondo.


 A Trento, dove vivo, mi dedico anche all'insegnamento: dal 2000 insegno traduzione dallo spagnolo in italiano all'istituto ISIT Istituto Universitario per Mediatori Linguistici, (ex Istituto Universitario per Interpreti e Traduttori), spagnolo giuridico, spagnolo giornalistico e comunicazione per il web.

Dal 2010 seguo anche come relatrice delle tesi di laurea triennale in traduzione spagnolo>italiano, in particolare in ambito editoriale, letterario e di ricerca linguistica. 


In corsi FSE (Fondo Sociale Europeo) insegno anche inglese, tedesco e italiano per stranieri. 


nel 2010 sono state ammessa come giornalista pubblicista all'Ordine dei Giornalisti del Trentino Alto Adige;  
L'Eco delle Dolomiti e Questo Trentino sono le pubblicazioni con cui collaboro maggiormente, scrivendo di temi storico-culturali, sociali e di multiculturalità.

Oltre alla comunicazione "in varie salse" - da quella di soya a quelle afrodisiache, potrei ben dire - accomuna tutte queste professioni il gusto di poter conoscere le persone più varie e incredibili, provenienti dalle valli o dal mondo oltre il Bondone, in transito o in sosta permanente.

Lavoro, passione e curiosità mi hanno portata come interprete in Procura e in tribunale, a fianco di prostitute e clochard che mescolavano 4 lingue, un po' come  Salvatore de Il nome della Rosa.
In matrimoni internazionali dove ero chiamata a leggere gli atti ho scoperto che gli sposi erano amici di vecchia data.

A fianco di Edward Curtis McCarty  ho seduto in conferenza per tradurre la sua testimonianza contro la pena di morte, a cui si dedica dopo aver trascorso 21 anni da innocente nel braccio della morte.

Da gennaio 2013 in carcere entro ed esco anch'io: nella Casa cirondariale di Trento insieme a un collega conduco un nuovo progetto (volontario) di APAS Trento di redazione in carcere. 

Un giorno, mentre le pesante porte in ferro sbattevano alle mie spalle e le telecamere puntuali registravano ogni passo, mi sono accorta che stavo ripercorrendo le orme della mia guida - umana, letteraria, giornalistica - George Orwell. 


Per entrare in carcere e poterne parlare, lui si fece arrestare ("Clink").
Io no. 
(Ovvio).

se una notte in guardina per ubriachezza molesta bastò a Orwell per scrivere di prigione con
acume e intelligenza, a me occorre più tempo. 
Entro ed esco come volontaria ogni martedì pomeriggio, da mesi ormai, ma non ho ancora trovato tutte le parole per scriverne...


...stay tuned
annalisa dolzan, annalisa dolzan traduzioni, dolzan traduzioni, traduzioni trento, isit trento, interprete trento, traduttori trento, traduttori inglese, traduttore, traduttore inglese italiano

Nessun commento: